Quale leadership per le organizzazioni antifragili

Le forme organizzative sono ampiamente sollecitate da fattori materiali (tecnologie, risorse scarse, sistemi finanziari volatiti), simbolici e culturali (il senso del lavoro, la crescente domanda di sostenibilità, non solo ambientale).

In questo quadro ci si sta ponendo come immaginare e promuovere forme di lavoro che siano più flessibili, adattabile, facilmente – al bisogno – riformabili. In una parola: Antifragili.

Qui con Andrea Cardillo, Managing Partner di TPC Leadership Italia, affondiamo “le mani” in un elemento della antifragilità, abitante o meno, a seconda di come è espresso, quale la leadership.

Come si pensa oggi questa funzione in contesti come quelli che abbiamo sopra abbozzato? Venuta meno concettualmente l’organizzazione macchina, ed il suo funzionario del comando e controllo, quale esercizio della leadership si sta profilando?

Una domanda che apre, ed una discussione che non chiude definitivamente il tema, ma secondo noi necessaria.

 

Condividi "Quale leadership per le organizzazioni antifragili" su:

è online

Rizoma

n.1 - 7 giugno 2024

la newsletter