Parabolé 3: Il gioco

Me la gioco;

Dio gioca a dadi;

il gioco dell’amore;

gioco di mano, gioco di villano;

a che gioco stai giocando?

quando il gioco si fa duro…

«Non siamo più pienamente vivi, più completamente noi stessi, e più profondamente assorti in qualcosa, che quando giochiamo».

A sostenerlo è Charles E. Schaefer (2011), psicologo americano che ha studiato l’impatto del gioco nel processo evolutivo dei bambini (non solo lui a dire il vero).

Il gioco, in questa prospettiva, è esercizio di vita, sperimentazione in vitro dell’esistenza, laboratorio dell’essere e del fare.

Ma il bambino non lo sa e per lui gioco e vita, semplicemente, coincidono.

Ma noi siamo adulti “perdio”, sappiamo distinguere chiaramente il reale dalla fantasia, l’impegno dalle svago, il lavoro dal gioco.

La vita vera è un non-gioco in cui le regole sono chiare, le risorse scarse, il podio per pochi anzi pochissimi.

Nel gioco vige la libertà di adesione, le regole sono fissate dai giocatori, si può sempre interrompere, ci si diverte tutti oppure nessuno.

Nella vita vera sei gettato, le regole sono quelle di natura (forse), ma comunque imposte, non si scende, va avanti inesorabile, non si diverte nessuno perché…non è un gioco.

to play, jouer: giocare come suonare (e anche danzare in greco antico)

Giocare è (far) suonare la vita, intonare la melodia dell’esistenza.

Non deve essere necessariamente una composizione perfetta, forse qualche stonatura riporta alla dimensione del gioco nel quale si sbaglia, si stecca, e si riprova. Ma la musica deve avere un senso, un direzione, un’intenzione.

Il gioco è musica quando chi suona è non solo ascoltato, ma anche ascoltatore – quando chi gioca è anche giocato.

Serve giocare. Con le occasioni, le cose, ma non con le persone. Insieme alle persone si, però.

Serve giocare nel lavoro, nella società, nelle relazioni, per ricordarsi di quanto effimeri siano i premi raccattati nei vari step, e di come la fine della partita segni, per tutti, la fine di un (del) mondo.

condividi "Parabolé 3: Il gioco" su:

Lascia un commento

è online

Rizoma

n.1 - 7 giugno 2024

la newsletter